1302.- Fra due epoche. L’Occidente e la nuova strategia di Trump.

obama_putin.jpgschermata-2017-07-10-alle-15-39-21DETZTckXUAAqG8V

Gli yankees che si fanno manipolare dai loro media ci stanno sulle scatole, ma non si può avercela con loro sempre, soprattutto quando si comportano in maniera diametralmente opposta due amministrazioni che sono una l’antitesi dell’altra.

Oggi, Trump, che, ha metabolizzato la sconfitta siriana e che vuole davvero chiudere la partita ed eliminare i terroristi e che li bombarda per davvero, alla stessa stregua dei Russi.
Non possiamo essere contro entrambi.
Bill_Clinton,_George_H._W._Bush,_George_W._Bush_and_Silvio_Berlusconi

 

Ieri, i Neocon (i 2 Bush, Clinton, Obama), con una direzione strategica insufficiente, mossi dalle ragioni di Israele e dagli affari d’oro, che hanno fatto finanziare e addestrare i terroristi dai loro alleati sauditi, turchi e israeliani per usarli come una milizia privata; che hanno, poi, fatto finta di bombardarli; che se ne sono andati dall’Iraq lasciando sul posto armamenti per miliardi e che hanno invaso la Siria, bombardato postazioni militari di Assad nonchè civili siriani. Quando Putin entro` in Syria, Obama era gia la, da cinque anni, nel nord ovest, a proteggere Israele e Giordania, ogni qual tanto facevano raids aerei, facendo saltare carri armati e caccia Siriani, aspettando che il califfato arrivasse a loro, poi Obama e Netanyahu li avrebbero finiti, esattamente come fece Putin, l`entrata di Putin fu` veloce inaspettata, il giorno dopo Obama annunciava l`aiuto anti Assad paracadutando 52 tonnellate di armi nuove, che stranamente finirono nelle mani dei guerrieri del Califfato, alla domanda dei giornalisti come era potuto accadere, Obama rispose, beh noi le abbiamo paracadutate, può darsi che qualcuna sia finita nelle mani Jihadiste. Nessuna spiegazione di come fossero cadute 300 KM a Sud Est, invece che a Nord Ovest. Fu un indizio eloquente. 

Ma guardiamoci anche in casa. Hezbollah e Salafisti sono gia in Europa grazie ai pingui affari stipulati dall’Unione europea. A Berlino si trovano 250 Hezbollah operativi e sostenitori dei terroristi inoltre i sindaci tedeschi permettono al PFLP, Organizzazione per la Liberazione della Palestina, di dimostrare a favore degli attacchi suicidi da parte dei terroristi e il tutto in nome del pluralismo e della democrazia. In Germania ci sono più di 18 deputati musulmani! Banche austriache sovvenzionane queste organizzazioni tramite l BDS le ONG e altre ancora. Questi movimenti, nel passato, furono responsabili di dirottamenti aerei quello famoso dell AIR FRANCE nel luglio del 1977 in cui perirono molti civili innocenti.

L’Occidente, oggi, non è coeso. E’ profondamente diviso, purtroppo, ma ho la sensazione che il discorso di Trump a Varsavia abbia creato un ponte ideale fra il comportamento di Reagan ed il suo, facendo in modo che tutto quello che e’ accaduto nel frattempo (dai Bush, a Obama) altro non sia che una politica confusa e male espressa che quando sarà vista in prospettiva storica costituira’ soltanto un interludio fra due epoche decisive per le sorti del pianeta.

Cosa si sono detti Trump e Putin al G20

Hanno parlato di Siria, Corea del Nord e Ucraina, ma soprattutto dell’ingerenza russa nelle elezioni statunitensi (anche se non è chiaro in quali termini)

 

Il 7 luglio Donald Trump e Vladimir Putin, presidenti di Stati Uniti e Russia, si sono incontrati per la prima volta faccia a faccia durante il G20 di Amburgo, in Germania. I principali giornali statunitensi avevano scritto che loro incontro sarebbe dovuto durare circa mezz’ora: invece è durato due ore e un quarto. L’incontro era molto atteso: per le dichiarazioni di stima reciproca durante la campagna elettorale, ma anche per le diverse indagini in corso negli Stati Uniti sui possibili legami fra il comitato elettorale di Trump e il governo russo (accusato fra le altre cose di aver provato a manipolare le ultime elezioni presidenziali in favore di Trump). L’incontro non sembra essere stato risolutivo, e i giornali internazionali raccontano che né Trump né Putin possono dire di esserne usciti da vincitori. Questa mattina, prima di un incontro con la prima ministra britannica Theresa May, Trump ha detto che il suo incontro con Putin è stato «tremendous» (“eccezionale”).

Durante il loro incontro Trump e Putin hanno trovato un accordo per un cessate il fuoco, da domenica mattina, nel sudovest della Siria (la cui efficacia è però tutta da dimostrare) e per la nomina di Kurt Volker, un inviato statunitense in Ucraina. Per il resto, hanno parlato di Corea del Nord e delle presunte interferenze russe nelle elezioni statunitensi. In questo caso ci sono una versione russa e una statunitense, ovviamente. Prima dell’incontro i due si sono fatti fotografare, si sono dati la mano (ma la vera prima volta è questa) e Trump ha detto di essere “onorato” di trovarsi lì con Putin.

Schermata 2017-07-16 alle 11.39.14.png

Schermata 2017-07-16 alle 11.40.12

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...