781.- UNIAMOCI !

Non vedo comunisti, non vedo fascisti, non vedo faziosi, europeisti e il contrario; ma, se ci fossero, vedrei fratelli, perché abbiamo una sola madre: l’Italia. Siamo chiamati a una nuova Resistenza. Siamo noi i nuovi Partigiani di questo popolo? 

Comitato per la Costituzione Padova: “Le ragioni del NO”
Organizzato dai Comita Provinciali ANPI di Belluno, Padova, Rovigo, Treviso, Venezia, Verona, Vicenza; con il Presidente Nazionale ANPI Carlo SMURAGLIA.
Qui gli interventi di:
Lorenza CARLASSARE, costituzionalista e italiana libera


Umberto LORENZONI, presidente ANPI Treviso e partigiano anche oggi


Carlo Smuraglia, presidente dell’ANPI, con una sola bandiera

i canti di Bella Ciao ci stanno, perché era la casa dell’ANPI, ma gli interventi, anche quello del vecchio partigiano non hanno avuto bandiere e rispondono, perciò, al mio appello:

UNIAMOCI !
Siamo stati e restiamo sempre divisi: guelfi e ghibellini, fascisti e comunisti, neoliberisti e democratici, quasi mai consapevoli. Chi vuole i frutti dell’ingegno e del sudore delle italiane e degli italiani, ne approfitta e ci valuta meno di niente. Oggi ho ascoltato Lorenza Carlassare e, poi, Carlo Smuraglia, il presidente dell’ANPI, parlare di Italia, di Costituzione e dei suoi valori, del referendum farlocco. Non erano di parte. Erano italiani che sanno quando è il momento di confrontarsi e quando, invece, bisogna fare corpo unico. Ero il più giovane? Ho letto, poi, chi inneggiava a un passato e a una parte politica e alle sue conquiste sociali: l’INPS. Giusto ricordare i meriti del passato. Sempre noi eravamo, ma dobbiamo guardare avanti e unirci per far fronte al nemico globale, altrimenti finiranno, insieme, il presente e il passato e senza un futuro. La storia ha fatto il suo corso. Il fascismo pose al centro lo Stato, la Repubblica lo sostituì con la libertà; ma, mentre lo Stato è uno scudo che si autoprotegge e regola e vincola la vita dei cittadini, la libertà bisogna difenderla e chiama alla responsabilità i singoli. Era più facile essere fascisti? Dipende da come ci poniamo fra noi e con quale impegno. Faccio un esempio: Il sindacato fascista era parte dello Stato; non era libero perché dovevano, lavoratori e imprenditori, concorrere alla ricchezza della Nazione. La Costituzione della Repubblica ha garantito la libertà di associazione sindacale. Qui, ci voglio! La libertà significa responsabilità e non l’apprezzi se non quando la perdi. L’Italia ha superato il modello fascista grazie agli “Alleati” o per intimo credo, costituzionalizzando Libertà,Dignità, Lavoro? Il treno della Storia passa una sola volta. Cerchiamo di non perderlo anche questa volta. Oggi, non vedo comunisti in Italia, ma un bivio fra libertà e asservimento ai mercati. Un conflitto fra dignità della persona e profitto a scopo di profitto, in cui l’economia sta scavalcando il diritto e sta demolendo, una per una, le conquiste dello Stato sociale, perché sono un costo. Guarda le banche fallite e i risparmiatori derubati! Guarda le requisizioni! Il nemico non sono quei quattro Kapò che hanno usurpato il diritto dei cittadini al voto, ma i loro capi: i mercanti delle banche mondiali. Questa dittatura finanziaria non ha nulla a che vedere con la dittatura del partito unico. La riforma che voteremo e l’Italicum sono funzionali a questa dittatura. Il capo della lista vincitrice sarà il Renzi di turno e potrà nominare la maggioranza dei deputati, degli pseudo senatori, il Presidente della Repubblica, 10 su 15 giudici della Corte Costituzionale, dominerà la RAI e, poi…. Mussolini, al confronto, era una suora; non poteva nominare il Re ed è stato dimissionato; Renzi ha praticamente nominato Mattarella. Questa dittatura finanziaria non è italiana e vuole dominare sull’umanità. Scrivono numeri sulla carta moneta e ci chiedono il sangue. Il fascismo credeva in una sua Italia, ma era Italia. Oggi ci vogliono sostituire con milioni di stranieri sconosciuti, che hanno in comune con noi solo un cellulare e migliore. Vogliono abolire i principi della nostra identità nazionale per fare di noi un altro terzo mondo senza diritti, facile da gestire per il profitto e la follia di pochi. Li chiamano già Stati Uniti d’Europa, vogliono toglierci il diritto di votare chi dovrebbe rappresentare la nostra volontà. Lo vogliono perché la nostra voce non deve servire e perché 28 parlamenti, con 24 lingue diverse non riuscirebbero mai a formulare una legge. La riforma santifica questa Europa diabolica nella Costituzione! E NON CE LO DICONO! Ai funerali di nonno, ardito del Piave, pluridecorato, fondatore di fascio, sfilarono 6 bandiere rosse. Non vedo comunisti, non vedo faziosi, ma, se ci fossero, vedrei fratelli, perché abbiamo una sola madre: l’Italia. Siamo chiamati a una nuova Resistenza. Siamo noi i nuovi Partigiani di questo popolo? Giurai per Voi. Io ci sono.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...