490.-E’ SCOPPIATA LA GUERRA DELLA REVERSIBILITÀ. 

 

inpsLeggiamo insieme la lett. b) dell’articolo 1 del disegno di legge povertà; uno degli obiettivi della delega è il seguente: ‘’b) la razionalizzazione delle prestazioni di natura assistenziale, nonché di altre prestazioni anche di natura previdenziale, sottoposte alla prova dei mezzi, compresi gli interventi rivolti a beneficiari residenti all’estero, fatta eccezione per le prestazioni legate alla condizione di disabilità e di invalidità del beneficiario’’.

++++

Niente di nuovo sotto il sole. Già la legge di stabilità per il 2016 al comma 388 dell’articolo 1 aveva previsto l’adozione di «uno o più provvedimenti legislativi di riordino della normativa in materia di trattamenti, indennità, integrazioni di reddito e assegni di natura assistenziale o comunque sottoposti alla prova dei mezzi, anche rivolti a beneficiari residenti all’estero, nonché in materia di accesso alle prestazioni sociali, finalizzati all’introduzione di un’unica misura nazionale di contrasto alla povertà, correlata alla differenza tra il reddito familiare del beneficiario e la soglia di povertà assoluta, e alla razionalizzazione degli strumenti e dei trattamenti esistenti».

CPRoGPXWgAA1mDPIn Italia, per il mai eletto Governo Renzi, il risparmio si fa sulle famiglie, sulla sanità, sulla scuola, sui servizi essenziali. E, da oggi, anche sulle vedove. La notizia avrebbe talmente dell’incredibile, qualora venisse confermata, da giustificare una vera alzata di scudi, un’onda di indignazione, ma sarebbe coerente con l’impostazione data all’Unione europea con i trattati. La competitività, eretta a fondamento di questi, pretende che si eliminino i costi che diminuiscono i profitti, quindi… Ma c’è di più: il disegno della finanza mondiale speculativa di dominare i popoli europei vuole che ne vengano demolite le ricchezze, le tutele e le garanzie costutuzionali. Vedete bene che ci siamo.

Legare all’Isee le pensioni di reversibilità è un modo per rubare anni di contributi versati, con l’unica ovvia conseguenza di pesanti ricadute sulle famiglie, penalizzando le vedove e, cosa ancor più preoccupante, mettendo a rischio la tenuta del tessuto sociale del Paese. Ma questi evidentemente sono problemi secondari, per il mai eletto Governo Renzi.

Mi domando come si possa anche solo pensare di far cassa sulle famiglie italiane, già tartassate da ogni punto di vista. Mi domando come sia possibile partorire anche solo per ipotesi un mostro simile. E, ancora, mi domando a cosa servano le tante auto blu, gli Air Force One di casa nostra, il fitto sottobosco istituzionale che si mantiene grazie ai sovvenzionamenti pubblici, senza peraltro nulla dare alla società.

Ma questo non conta in Italia: da noi, secondo il mai eletto Governo Renzi, la spending review significa solo abbattersi come una scure sulle famiglie.

IVS è l’acronimo che riassume le classiche prestazioni previdenziali per invalidità, vecchiaia e superstiti. Quest’ultimo è il trattamento riconosciuto agli aventi diritto (perché a suo carico) del lavoratore o del pensionato defunti. Nel caso che il de cuius sia un lavoratore in attività la pensione dovuta ai congiunti si dice indiretta; di reversibilità se invece è un pensionato. A percepire il trattamento riservato ai superstiti sono in stragrande maggioranza le donne (vedove) perché sopravvivono di solito al coniuge, in ragione della maggiore longevità. Già oggi questa prestazione (per il coniuge pari al 60% di quella spettante al de cuius) è ragguagliata al reddito dell’avente diritto nel senso che viene decurtata (fino alla metà) in relazione a redditi corrispondenti ad una scala di multipli del trattamento minimo. Da quello che si capisce, nel disegno di legge delega, il Governo sarebbe intenzionato, per i trattamenti futuri, a rendere più severa la c.d. prova dei mezzi prendendo come riferimento non più i redditi Irpef ma il ‘’sarchiapone’’ (di stampo sovietico) dell’ISEE.

B8xRaYVCMAAl39Z

++++

Attenzione. Si è parlato fino ad ora del regime dei superstiti. Ma il disegno di legge delega prende di mira tutti i trattamenti sottoposti alla c.d. prova dei mezzi (condizionati cioè alla situazione reddituale/economica degli aventi diritto). Siffatte prestazioni sono diverse: oltre alle pensioni indirette e di reversibilità vanno inclusi gli assegni sociali, quelli integrati al minimo e le pensioni civili (solitamente destinate ai portatori di handicap). Si tratta di un universo sociale molto complesso e delicato, i cui regimi previdenziali e assistenziali richiedono certamente  un riordino. Ma con tanta cautela. Guai ad aprire una guerra tra poveri ed emarginati.

 

++++

“Non dimentichiamo che l’utero in affitto – o meglio gravidanza per altri – è già regolamentato in Italia, dalla legge 40. E’ vietato’’. È ciò che afferma in un’intervista al Corriere della Sera il neo sottosegretario alla Giustizia, Gennaro Migliore (già folgorato sulla via di Firenze). Se è quanto dispone la legge non c’è proprio nulla da dire sul fatto che un senatore dem (Sergio Lo Giudice) convolato a giuste nozze con il suo compagno, si sia avvalso, all’estero, di una pratica proibita in patria? Non intendiamo prender parte alle polemiche di Maurizio Gasparri, il quale non è certo un gentleman. Ci preoccupano, però, le solidarietà corali raccolte dal suddetto senatore, perché stanno a dimostrare che, sotto sotto, in certi ambienti, il suo comportamento è considerato “politicamente corretto’’. E che, per i medesimi ambienti, l’attuale proibizione dell’utero in affitto (una pratica a mio avviso disgustosa e schiavistica) è un residuo da superare il prima possibile.

 

CbbLkOjXIAAdCz0

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...