LA RAZZA INFAME

elefante-630x355

Questa è la storia di Tyke, l’elefante ucciso con 86 fucilate. L’animale era prigioniero al circo internazionale di Honolulu, nelle Hawaii. La sua vita era segnata, finché un giorno Tyke ha deciso di ribellarsi. Dopo anni di violenze subito, l’elefante ha colpito a morte il suo domatore ed è scappato per le strade del Paese. Lo hanno ucciso davanti alla folla con 86 fucilate. La sua colpa? Aver seguito l’istinto, aver cercato la libertà.

La storia è raccontata sulla pagina Facebook Essere Animali. Leggiamo:

In una giornata di agosto di 20 anni fa l’elefante Tyke veniva ucciso con 86 colpi di fucile per le strade delle Hawaii. La sua colpa? Essersi ribellato alle logiche di questo mondo troppo umano che lo voleva prigioniero del Circo Internazionale di Honolulu. Dopo anni di soprusi e violenze, quel giorno, Tyke durante una delle sue esibizioni, ha deciso di opporsi, ha colpito a morte il suo domatore ed è scappato per le strade affollate del paese. Ci sono volute 86 fucilate per soffocare e uccidere il suo desiderio di libertà. A volte solo le tragedie riescono a rendere idea di quanto sia assurdo confinare e domare animali.

Qui il terribile video della sua uccisione.

La sua fuga è stata breve, ma la sua morte lenta e dolorosa. Per due ore la polizia ha continuato a sparare addosso all’animale senza che venisse autorizzato un intervento veterinario per cercare di calmarlo e non venne utilizzato alcun tipo di anestetico per alleviargli le sofferenze che stava subendo. Due ore interminabili.

MA NON SOLTANTO GLI YANKEE MERITANO L’APPELLATIVO……

La Nuova Strategia Europea sul Benessere degli animali introduce un sostanziale miglioramento dell’attuale Strategia con l’introduzione di regole obbligatorie sulla tutela di ogni forma di vita animale in tutti i 27 Paesi membri, alla luce dell’articolo 13 del Trattato di Lisbona, che definisce gli animali come “esseri senzienti”.
…. e, come volevasi dimostrare, ecco la civile Danimarca come regola le nascite nei suoi zoo. La giraffa Marius, risultata un “doppione” è stata assassinata dallo zoo di Copenaghen, squartata e data in pasto ai leoni … pubblicamente! E quando dico “pubblicamente”, intendo anche alla presenza delle scolaresche, come Vi mostra la fotografia.152_marius9

E I MUSULMANI?

SqenKPcWqxeaOun-556x313-noPad

MA NON SOLTANTO GLI EUROPEI IN GENERALE. ANCHE GLI ITALIANI SANNO FARE LA LORO PARTE.

Prima reintroducono gli orsi in Trentino, poi, quando mamma orsa pascola con gli orsetti, si avvicinano furtivamente per fotografarla e fanno scattare il suo allarme materno e, siccome, reagisce mordendo una scarpa del cretino, la cattureranno, imprigioneranno e terrorizzeranno, lei e i suoi paffuti orsacchiotti, complici i tromboni della politica.8540DED042626B866356CBBDA8A50Daniza

http://video.gelocal.it/trentinocorrierealpi/locale/parco-adamello-brenta-il-pastore-filma-gli-orsi-daniza-non-e-cattiva/33209/33268

Dimenticavo il delfino, amico dell’uomo..

cqCsOuPrKsXaNFf-556x313-noPad

Annunci

Un pensiero su “LA RAZZA INFAME

  1. Gentile col. Donnini,

    Ho ricevuto la Sua cortese nota che ho già provveduto ad inoltrare alla Giunta Provinciale, competente per materia.

    Cordialmente.

    Il Presidente del Consiglio della Provincia autonoma di Trento
    Bruno Dorigatti

    Da: gendiemme@gmail.com [mailto:gendiemme@gmail.com] 
Inviato: lunedì 25 agosto 2014 15:41
A: Dorigatti Bruno
Oggetto: messaggio dal sito http://www.consiglio.provincia.tn.it

    Il seguente messaggio per Dorigatti Bruno è stato inviato da Col. Mario Donnini gendiemme@gmail.com tramite il sito http://www.consiglio.provincia.tn.it:


    Presidente, prima reintroducete gli orsi in Trentino, poi, quando mamma orsa pascola con gli orsetti, un cretino si avvicina furtivamente per fotografarla e fa scattare il suo allarme materno e, siccome, reagisce mordendogli una scarpa , la catturerete, imprigionerete e terrorizzerete, lei e i suoi paffuti orsacchiotti. La mia cagna sarebbe stata più cattiva. Rifletta, per favore e rispettiamo la natura. Grazie Presidente, gradisca i miei saluti. Col. Mario Donnini

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...